Top

L’ e-mail per trovare lavoro

lavoro

L’ e-mail per trovare lavoro

Questa strategia consiste nel mandare una mail per proporsi. Sicuramente può essere utilizzata verso aziende e organizzazioni per offrire una collaborazione professionale o un’esperienza lavorativa. Può essere utile anche nel proporsi come allievo ad un corso di formazione che prevede una selezione.

 

A chi mandare questa mail? Sicuramente può essere molto efficace in aziende medio-piccole e un po’ meno verso multinazionali e grandi aziende che di solito hanno processi di selezione molto precisi, che lasciano poco spazio alle autocandidature.

 

Meglio se indirizzata ad un indirizzo mail personale e non generico. Infatti questa strategia, non essendo molto invasiva, lascia al destinatario la libertà di ignorare il messaggio. Per quanto la tua proposta potrebbe essere interessante, se giunge alla mail sbagliata, non è detto che venga recepita come tale. Infatti qualcosa che un titolare di impresa o un responsabile di una specifica area possono trovare interessante, magari è solo una scocciatura per una segretaria.

 

È molto importante quindi, perché questa strategia porti dei risultati, l’accuratezza con cui si sceglie il destinatario. D’altronde, poniamo per esempio che mandi una mail a una famiglia proponendo prodotti per la cucina, potresti avere risultati diversi a seconda che questa venga letta dalla moglie o dal marito?

 

Questa strategia risulta maggiormente indicata quanto la proposta che avanzi è legata ad un rapporto di collaborazione, ad esempio per un progetto o un’iniziativa specifica, oppure se ti proponi per un esperienza di stage, quindi per chi vuole iniziare un percorso.

 

Se ti proponi per un esperienza lavorativa o di stage, questa strategia è adatta quando ti proponi per ricoprire un ruolo che è già presente presso la realtà alla quale scrivi. Anche se può essere particolarmente di impatto proporti immaginando un ruolo nuovo per te, che in azienda ancora non esiste.

 

Il  successo di questa strategia sta nel tempismo. Se arriva la tua proposta ad una persona in azienda che aveva da poco il compito di cercare una persona proprio per il ruolo che vorresti ricoprire tu, hai fatto bingo. Può anche essere che l’azienda stava iniziando a pensare di fare uno stage o inserire un giovane, quando arriva la tua mail di proposta. O ancora l’azienda in una fase di ricerca di nuove collaborazioni e iniziative incrocia la tua mail. È anche possibile che la mail di autocandidatura faccia breccia perché propone qualcosa che cattura l’attenzione e interessa il destinatario.

 

Per quello che possiamo chiamare il mondo classico del lavoro, ovvero tutti i ruoli impiegatizi, la produzione, il magazzino, vendite, marketing e altre aree aziendali, questa strategia può essere senz’altro utile. Inoltre, in questi casi è necessario utilizzare lo strumento del curriculum, che viene allegato alla mail.

 

Per settori e ruoli particolari, come il mondo della musica, dello spettacolo, dello sport  o altro, non è detto che sia una strategia funzionale. Per esempio, se vuoi proporti come fotografo forse dovrai mandare un tuo catalogo di foto assieme alla mail. E se vuoi fare la modella, probabilmente alla mail va allegato un book fotografico.

 

Sta a te capire, a seconda dell’obiettivo che hai, se questa strategia può essere utilizzata e con quale strumento. Sicuramente ci saranno settori e ruoli per i quali è maggiormente apprezzata e settori o ruoli che non concepiscono minimamente questo metodo. Prova a mandare una mail a ristorante per proporti come cameriere e poi dimmi se funziona.

No Comments

Post a Comment

Iscriviti Alla Nostra Newsletter

Iscriviti Alla Nostra Newsletter

Congratulazioni ti sei registrato con successo!