BUON 2019!

È lunedì mattina, 31 dicembre, ultimo giorno dell’anno. Anche in questo giorno il tempo è poco, forse meno degli altri, dobbiamo prepararci tutti al saluto in grande stile del vecchio anno e al benvenuto sotto tono che di solito diamo all’anno nuovo. Ma qualche minuto per scrivere un pensiero lo trovo, ci tengo.

 

Questo momento dell’anno è quasi magico perché ci porta a riflettere, come durante l’anno forse non abbiamo mai fatto, fino ai famosi buoni propositi, oramai un mantra. In realtà non è magia, semplice meccanismo mentale.

 

Ci diamo i buoni propositi perché sentiamo il passare del tempo. Il nostro cervello percepisce il passare dei giorni come semplice, normale, niente di speciale, mentre il passare dell’anno come molto più importante, un po’ come succede il giorno del nostro compleanno. La sensazione che il tempo stia passando ci angoscia perché sappiamo che la vita ha una fine e che il tempo perso è andato, non c’è nessuna possibilità di recuperarlo. Per esorcizzare questi brutti pensieri ricorriamo ai buoni propositi che donano nuova linfa e nuovo senso al nostro vivere.

 

Così, di solito, inizi a riflettere sul passare del tempo e sulla tua vita. Ricordati che ogni giorno passa un giorno. Così come passa tra l’ultimo dell’anno e il primo dell’altro successivo, passa un giorno anche tra lunedì e martedì, martedì e mercoledì e così via, ogni giorno.

 

Abituati a pensare che il tempo passa ogni giorno e ogni giorno rifletterai su come vanno le cose, dandoti dei buoni propositi per il giorno dopo. Vedrai che sarà molto più efficace.

 

In ogni caso, se proprio devi darti dei buoni propositivi per il nuovo anno, fai una cosa: non aggiungere niente, non inventarti nuovi obiettivi o grandi cambiamenti, quelli arriveranno quando sarai predisposto mentalmente. È come dire: non cercare di vincere la corsa, cerca prima di imparare a correre.

 

Non ingrandire le già complesse strutture del tuo cervello, rimani attaccato a te e alla tua semplicità. Sii sincero con te stesso, chiediti perché desideri qualcosa, chiediti cosa vuoi davvero dalla vita, chiediti cosa provi per le persone che ti stanno accanto, chiediti chi sei. Non dare le risposte per scontato, può darsi che tu non ti sia mai fatto le domande, oppure che tu non abbia mai voluto risponderti sinceramente, o ancora, che tu ti sia risposto anni fa…ma le cose cambiano!

 

Non stare nelle regole, crea le regole! Viviamo in un mondo che ha regole per qualsiasi cosa. Per esempio io sentito tutto l’anno che gli articoli sul web devono essere scritti in un certo modo, che sui social devi fare in un certo modo…tutti si impegnano così tanto per conoscere e diffondere le regole, fino a che non arriva un giorno in cui qualcuno fa qualcosa di diverso, funziona e saltano tutti sulla sedia! Saltano gli schemi dei grandi esperti e si creano nuove regole. Credi in te stesso e in quello che credi.

 

Infine, agisci in modo sincero, ovvero esprimiti con trasparenza e onestà. Se preferisci andare al cinema piuttosto che mangiare la pizza, esprimiti. Con rispetto per chi ha idee diverse dalle tue, senza essere offensivo o accentratore, ma esprimiti, liberamente e sinceramente. Abituati davvero ad ascoltarti, capirti ed esprimerti perché ti risparmierai un bel po’ di tensioni interne ed energie bloccate.

 

Se la scelta tra pizza e cinema può creare piccole tensioni di cui spesso – tra l’altro – non ti accorgi e ti rimangono dentro, prova a pensare cosa può causare la scelta tra lo stare con un amico o la compagna, tra l’aiutare i tuoi genitori o pensare a te stesso, tra il dirle che sei innamorato di lei e il fare finta di niente, tra il continuare a fare un lavoro che non ti piace o cambiarlo, tra continuare a cercare lavoro o andare all’estero, e così via.

 

Se capisci cosa senti e cosa provi, allora sarai sempre in grado di dare una risposta a te stesso e agli altri in modo solido, sicuro, onesto e ammirabile: ami la tua compagna ma quella sera senti di aver bisogno di uscire con gli amici perché hai la sensazione di perderli e questo non ti fa stare bene, ci sei per i tuoi genitori ma hai anche bisogno di prenderti cura di te stesso perché ultimamente non ti senti in gran forma, anche se sai che potrebbe rovinare tutto senti un grande amore verso di lei e non dirglielo ti fa stare peggio del rischio che corri a dirglielo, il lavoro che fai va bene ma senti che ti mancano delle soddisfazioni legate ad alcune qualità che pensi di avere e che non vengono valorizzate, sarebbe giusto continuare a cercare lavoro ma ultimamente ti senti un buon annulla, hai dentro una gran voglia di avventura e vuoi partire. Dille queste cose, ascolta il tuo sentire e raccontalo agli altri con il cuore in mano, starai davvero bene e farai stare bene.

 

In conclusione, per il nuovo anno, o come preferisco dire, per i prossimi giorni:

  • Poniti domande sincere
  • Rispondi in modo sincero
  • Credi in te stesso e in quello che credi
  • Agisci in modo sincero

Altro che buoni propositi, questo sarebbe già un grande cambiamento! Vivi sempre la tua vita, come hai fatto fin ora, fallo solo con più consapevolezza e sincerità, verso te stesso e gli altri. Pensa e agisci in modo più trasparente, raccontando le tue emozioni con serenità e umanità e vedrai, come si dice, che sarà un anno fantastico!

 

 

BUON 2019

Post a Comment