Top

COSA VOGLIO FARE DA GRANDE

lavoro: cosa voglio fare da grande?

COSA VOGLIO FARE DA GRANDE

L’estate ci porta a parcheggiare la mente, i pensieri per il futuro, le scelte, il proseguo della vita entrano in stand by. Poi, solo si intravede settembre all’orizzonte e le questioni in sospeso tornano a galla.

 

Una di queste, non può che essere questa: cosa farò da grande?

 

Diciamo la verità, questa domanda ce la poniamo spesso e a qualsiasi età. È come se questo punto non venisse mai affrontato davvero: vado avanti e poi ci penso. Fino a che non vale più la pena pensarci, perché il tempo rimasto è tendenzialmente troppo poco.

 

Triste? Sì.

 

Nessuno ci spinge a pensarla così, eppure questo è il modo più diffuso e naturale per affrontare un argomento difficile come “cosa fare da grande”. Prova ad invertire la rotta, a seguire una strada diversa, a non accontentarti del solito modo e a cercare di affrontare davvero questo punto.

 

Tolti i fortunati che sapevano con invidiabile e incredibile convinzione cosa volevano fare della vita, tu appartieni alla grande categoria di quelli che non lo sanno, che permangono e stanziano nella confusione. Come fai a scegliere la tua strada se non la senti dentro?

 

Ti servono due ingredienti fondamentali, una bella frullata e otterrai quello che stai cercando.

 

Per prima cosa cerca di visualizzare i tuoi interessi e le tue passioni, senza considerare cosa hai studiato, stai studiando, che lavori hai fatto o stai facendo. Cerca di capire quali sono i tuoi interessi e le tue passioni nel modo più assoluto e diretto possibile: che interessi ha la tua persona? Possono essere chiari e definiti come le moto, uno sport, oppure un po’ vaghi, come la passione per l’aiutare gli altri. Devi sentire questi elementi quanto più vicini possibile a te, alla tua anima. Come caratteristiche fortemente personali, attitudini, stile di vita, principi e valori che segui con tutto te stesso o ancora come tematiche che ti accendono, ti appassionano, di cui parleresti tutto il giorno.

 

Il secondo ingrediente è quello che hai fatto e/o  stai facendo a livello professionale e di studio. Stabilisci qual è o quali sono i percorsi di studi o professionali che ti danno maggiore professionalità e spendibilità.

 

Questi devono essere analizzati e mescolati con il primo ingrediente: interessi e passione. Cerca di capire come e dove questi due mondi potrebbero incontrarsi. Ovvero, all’interno dei tuoi studi e le tue esperienze più significative, ci sono degli elementi collegati ai tuoi interessi e passioni? Ad esempio hai sempre fatto l’operaio e hai la passione delle moto: ci sono dei punti di contatto tra questi elementi? No, a meno che non hai fatto l’operaio in un’azienda che produce moto o componenti di moto. Se la risposta è negativa, come in questo caso, dovrai chiederti se ci sono dei lavori vicini a ciò che hai studiato o fatto, che si connettono con i tuoi interessi e le tue passioni. Continuando l’esempio, questi potrebbero essere lavori come operaio nel settore di produzione moto, oppure spostandosi ancora un pochino, lavorare come meccanico che ripara le moto.

 

Le sfaccettature dei possibili lavori vicini a quello che hai fatto ma collegati ai tuoi interessi sono potenzialmente infinite. In ambito produttivo infatti potresti lavorare come operaio in modo molto diverso a seconda del prodotto che realizza l’azienda all’interno della filiera che produce moto. Anche come meccanico potresti lavorare nel senso più classico, servendo il privato possessore di una moto, oppure per le società di noleggio/leasing moto o ancora nel settore delle moto da corsa a diversi livelli.

 

Chiaramente non è sempre facile capire quali lavori ci sono e quali potrebbero essere di tuo interesse ma la sfida è proprio questa! Hai bisogno dei due ingredienti proprio per poter orientare la ricerca. Cercare informazioni è il segreto. Leggere riviste, consultare internet, social network e parlare con persone, sono tutte modalità utili a trovare informazioni sul mondo del lavoro.

 

Una volta inquadrati i tuoi interessi, dovrai partire dal lavoro e/o lo studio pregresso alla ricerca di informazioni per scoprire, studiare e analizzare il mondo circostante a quello conosciuto per scovare quel lavoro che connette le tue passioni a quanto già studiato o fatto. Allontanati il più possibile da considerazioni semplici e diffuse come “non esiste un lavoro così” oppure “quella passione non può diventare un lavoro” o ancora “fare quel lavoro è impossibile”. Cerca informazioni con la curiosità più genuina che riesci ad avere e vedrai che scoprirai davvero nuovi mondi!

 

Non sarà il tuo lavoro ideale, non credo esista e non è quello di cui hai bisogno, riuscirai a visualizzare un lavoro che nasce dalla misleanza tra le tue passioni e le tue esperienze, e sarò proprio quello il tuo faro, la tua balia, ti indicherà la via da seguire e muoverà le tue energie in modo direzionato.

 

In  quale direzione? Chiaro, verso quello che vuoi fare da grande.

No Comments

Post a Comment

Iscriviti Alla Nostra Newsletter

Iscriviti Alla Nostra Newsletter

Congratulazioni ti sei registrato con successo!